“Gaité parisienne”: i quadri di Bianco in mostra

Gaité parisienne è il titolo della mostra del pittore Paride Bianco, ospitata dal 17 marzo negli spazi dello Studio Arte Mes3 in Livorno, in via Verdi 40.

Osservando le opere emerge un forte rispetto tra ciò che sono i materiali utilizzati dal pittore, quali ad esempio le terre che, per scelta, miscela attraverso la vecchia ricetta rinascimentale, dando vita a colori “pieni” e il gesso grezzo del bassorilievo sottostante lavorato con cura.

Continua a leggere

Annunci

Tra emozioni e dialogo

POETICA – Tutta la ricerca di Paride Bianco si può datare dalla visita alla Guggenheim negli Anni Settanta, dov’erano esposte “La vestizione della sposa” e “L’antipapa” di Max Ernst.

A differenza di M. Ernst, la cui ricerca del frottage è su come evitare l’applicazione diretta del colore e con quali mezzi  ottenere la forma o l’oggetto pittorico da materiale estraneo, Paride utilizza un bassorilievo, lo organizza in funzione di una visione che risponda alla sua necessità compositiva. Non vi è nulla di occasionale o metaforico: la superficie del calco è progettata per ottenere un risultato che accolga il fondamento dell’opera, lasciando al colore il riscatto delle emozioni e del dialogo.

Continua a leggere